Dataflex

Tutto quello che c’è da sapere sui rialzi monitor


Cos’è un rialzo monitor?

In molti si chiedono perché hanno bisogno di un rialzo monitor, quando il proprio computer è già dotato di un piedistallo per monitor. È una buona domanda.

Spesso, quando si acquista un computer, si pensa che questo sia dotato di tutto ciò di cui abbiamo bisogno. E nel senso più stretto è corretto pensarla così, poiché porti a casa un computer, un monitor e un piedistallo per monitor integrato. Tuttavia, quel piedistallo per monitor integrato pone un problema considerevole: posiziona il tuo schermo troppo in basso per ottenere una posizione che sia salutare dal punto di vista ergonomico (vedi di seguito). Questo problema può essere risolto facilmente utilizzando un rialzo monitor.



In che modo un rialzo monitor di ottima qualità può aiutarti a evitare dolori, stress e conseguenze peggiori.

Il rialzo monitor solleva la parte superiore del monitor all’altezza degli occhi, ottenendo una posizione ergonomica ottimale (vedi in basso: Come ottenere il massimo dal tuo rialzo monitor). Ma perché è così importante?

  1. Il piedistallo per monitor in dotazione con il tuo computer è un disastro dal punto di vista ergonomico:
    se il monitor si trova a un’altezza inadatta (di solito troppo bassa), per poterlo guardare dovrai sforzare il collo, assumendo una posizione scorretta. Purtroppo, il produttore del tuo computer ha poca scelta e non può fare altro che progettare il proprio piedistallo per monitor in modo che il monitor si trovi a un’altezza visibile per ogni utente. In pratica, che sia visibile per l’utente potenzialmente più basso.

  2. Vuoi evitare lesioni o disturbi cronici sul lavoro:
    in pratica, trovandosi all’altezza giusta per l’utente potenzialmente più basso, significa che il monitor è regolato troppo in basso per tutti gli altri utenti. Di conseguenza, il 99% delle persone che utilizzano soltanto il piedistallo per monitor in dotazione senza un rialzo monitor passano tutto il giorno incurvate davanti allo schermo, con la schiena disallineata, sforzando gli occhi e altre parti del corpo. Tale situazione porta rapidamente a ogni tipo di dolore per quasi tutti gli utenti e, per un numero considerevole, fastidi più gravi, fra i quali disturbi cronici che possono mettere a rischio la tua carriera.

  3. Il rialzo monitor può aiutarti a combattere lo stress sul lavoro:
    un rialzo monitor ben progettato ti consente di riporre ordinatamente la tastiera e, laddove possibile, il laptop sotto il monitor, creando spazio e una sensazione di ordine. Cosa che molti esperti in ergonomia credono valga molto di più di un buon incentivo.

    Molti di noi conoscono l’ergonomia fisica la quale garantisce un ambiente fisico che contribuisce a creare un ambiente lavorativo più sano, mediante l’impiego di prodotti ergonomicamente efficienti come scrivanie, sedie, tastiere, mouse, ecc. In aggiunta, i campi relativamente inesplorati dell’ergonomia organizzativa e cognitiva sono considerate aree sempre più importanti sia dai datori di lavoro sia dagli esperti sulla salute e la sicurezza.

    L’ergonomia cognitiva riguarda questioni come lo stress lavorativo e il benessere mentale sul posto di lavoro. La pressione positiva sul lavoro può motivarci ad ottenere buone prestazioni, dando valore ai buoni risultati e godendoci le conquiste. Tuttavia, lo stress negativo da lavoro ha un effetto opposto, nel quale sopraggiunge un senso di sopraffazione, incapacità di godersi il successo e paura di fallire. Sono aspetti che ci portiamo a casa dal lavoro e che possono ripercuotersi negativamente su tutto, dalle abitudini alimentari al riposo.

    Questo tipo di stress da lavoro è di solito cumulativo, composto da tante piccole esperienze e situazioni negative di ogni giorno. E sempre di più, gli studi suggeriscono che un ambiente lavorativo stressante è un fattore così “minuscolo” ma al tempo stesso continuo che finisce per avere un impatto negativo sul nostro umore, erodendo pian piano il nostro senso di benessere sul lavoro.

    Quindi, oltre a complementi d’arredo come piante e oggetti d’arte in ufficio, gli esperti sottolineano gli effetti positivi di una scrivania ordinata, ad esempio. Il rialzo monitor, punto centrale dell’area di lavoro e costantemente sul proprio raggio visivo, può svolgere un ruolo rilevante nel creare un ambiente accogliente e rilassante.


Come ottenere il massimo dal tuo rialzo monitor

Il rialzo monitor ti aiuterà a sedere in una posizione efficiente dal punto di vista ergonomico, ammesso che questo venga utilizzato correttamente. Ecco un paio di suggerimenti per assicurarti che il monitor sia posizionato correttamente: 
  • La parte superiore dello schermo deve essere all’altezza degli occhi.
  • Lo schermo del monitor deve trovarsi alla distanza di un braccio.
  • Prova a visualizzare lo schermo senza pensare alla postura, quindi controlla come sei seduto:
    • sei seduto dritto?
    • Il collo ha una posizione naturale, rilassata, neutra?
    • Riesci a vedere lo schermo perfettamente senza dover guardare su o giù?

    Se la risposta a queste 3 domande è sì, significa che il rialzo monitor è posizionato correttamente, quindi non devi fare nient’altro.


Cosa cercare in un buon rialzo monitor

Esistono di base due tipi di rialzi monitor: regolabile e ad altezza fissa. Ecco alcuni fattori principali sui quali riflettere prima di scegliere quello più adatto a te:

  • Regolabile...?
    Come dice il nome, il rialzo monitor regolabile consente di alzare la piattaforma sulla quale poggia il tuo monitor e impostarla su diverse altezze. Questa caratteristica presenta vantaggi evidenti:
    • puoi impostarlo esattamente all’altezza giusta per te.
    • Se diversi utenti utilizzano lo stesso monitor, è possibile resettare il piedistallo ogni volta all’altezza ideale per un utente specifico.
  • ...oppure ad altezza fissa?
    Saresti perdonato per presumere che un rialzo monitor regolabile è da preferirsi a uno ad altezza fissa, ma anche quest’ultimo ha i suoi vantaggi:
    • i rialzi monitor ad altezza fissa spesso sono in grado di supportare un peso superiore rispetto ai rialzi monitor regolabili. Sono particolarmente utili nei casi di monitor vecchi.
    • Anche l’aspetto del costo ha il suo peso: i rialzi monitor ad altezza fissa di solito sono più economici.
    • È necessario regolarli? I produttori attenti all’alta qualità ti informeranno sempre sull’altezza esatta del piedistallo. Se si rivela l’altezza giusta per te e sei l’unico utente, hai necessariamente bisogno di un rialzo monitor regolabile?

  • Peso del tuo monitor (attuale e futuro):
    il rialzo monitor deve essere in grado di supportare il peso non solo del tuo monitor attuale, ma anche di quello successivo, che potrebbe essere molto più pesante (il trend attuale punta a schermi sempre più grandi). I produttori attenti all’alta qualità indicano sempre bene in vista il peso massimo che il rialzo monitor è in grado di supportare.

  • Durevolezza:
    il rialzo monitor deve essere realizzato in materiali resistenti. Il produttore deve informarti sul tipo di materiale e su aspetti come lo spessore. Un rialzo monitor di buona qualità deve poter sopportare cadute occasionali oppure un trasloco da un ufficio all’altro. Un rialzo monitor fragile potrebbe apparire più economico sul breve termine, ma non durerebbe così a lungo, rivelandosi un falso risparmio. Non farti ingannare.

Rialzo monitor, piedistallo per monitor o braccio porta monitor?

A volte solo il rialzo monitor si adatta alla natura del tuo monitor. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, oltre a un rialzo monitor, ci sono altri due modi per passare da un piedistallo per monitor base in dotazione con il tuo computer: un braccio porta monitor oppure un piedistallo per monitor.

Quale opzione si adatta meglio a te, dipende dal tuo lavoro e dal budget che hai disposizione. Insieme a una gamma di ottimi rialzi monitor, noi di Dataflex offriamo anche piedistalli per monitor di altissima qualità e un’ampia gamma di bracci porta monitor versatili.

Uno sguardo rapido ai tipi di prodotti relativi ai monitor disponibili ti aiuterà a decidere quali caratteristiche ritieni indispensabili, comode e meno importanti.